ATTENTO AL PHISHING! Daresti mai le tue chiavi a uno sconosciuto? Non farlo nemmeno con i tuoi codici di accesso! Leggi qui
Newsroom
Notizie e informazioni di ING Italia

Quando lavori in ING, te lo si legge in faccia! ING Top Employer Italia 2021

Anche nel 2021, per l’ottavo anno consecutivo, ING Italia ha ottenuto la prestigiosa certificazione «Top Employer»

Quando lavori in ING, te lo si legge in faccia! Benessere e soddisfazione delle sue persone sono infatti priorità per ING Italia, che ha ottenuto anche nel 2021 - per l’ottavo anno consecutivo - la certificazione «Top Employer»!

Il celebre istituto internazionale che premia le eccellenze HR sulla base di ricerche svolte con metodologia indipendente e su dati oggettivi, ha riconosciuto in particolare a ING una «gestione delle risorse umane sempre attenta e innovativa» e un importante «supporto ai suoi dipendenti durante la fase pandemica».

Sono state infatti numerose le iniziative di benessere e welfare aziendale di ING durante l’anno appena trascorso, che hanno reso la banca digitale ancora una volta una realtà «Top» in cui lavorare.

 

            

Una delle principali novità di ING in tema di equilibrio vita professionale - lavoro, che conferma il suo DNA di realtà pioniera dell’innovazione, è stato il lancio a settembre 2020 di un modello di smart working a super-flessibilità: massima libertà di scegliere come alternare il lavoro da sede e da casa, per aiutare le persone a trovare un miglior equilibrio in tutti gli ambiti della propria vita. Già durante la fase iniziale dell’emergenza Covid-19, ING aveva esteso lo smart working al 90% dei dipendenti. Un’esperienza valutata molto positivamente dai colleghi: da un sondaggio interno è emerso che il 90% delle persone si sentiva già “pronto per lavorare in smart working a super-flessibilità”, e che il 55% si sentiva “più produttivo lavorando da casa”! Da qui la decisione di introdurre, in accordo con le parti sociali, un modello inedito in Italia, che oltre alla libertà di scelta su dove lavorare, prevede:

  • il diritto alla disconnessione in determinate fasce orarie
  • un contributo economico mensile in welfare e un rimborso per lo “shopping da smart worker professionista” per chi decide di lavorare da casa
  • momenti-chiave di socialità sia virtuali che di persona, per coltivare le relazioni tra colleghi ed alimentare la cultura di squadra
  • tanta formazione per preparare al meglio tutto lo staff, gestori di risorse e non, puntando sulla fiducia e sul lavoro per obiettivi

 

            

Alle numerose iniziative già in essere, se ne sono aggiunte altre decisamente importanti nel 2020:

  • una copertura sanitaria aggiuntiva in caso di contagio da coronavirus
  • il raddoppio del premio previsto dal decreto “Cura Italia” per chi ha dovuto recarsi in ufficio nella prima fase del Covid-19
  • servizi di supporto psicologico individuali e di squadra
  • uno sportello di contatto per i colleghi che si trovino in difficoltà finanziaria
  • consigli ai genitori che devono conciliare gli impegni familiari e quelli lavorativi
  • survey bisettimanali per sondare lo stato d’animo dei colleghi

 

ING Italia Top Employer 2021

            

"In ING crediamo che solo chi ha una vita felice in tutti i suoi ambiti – fisico, familiare, lavorativo e sociale – dà un contributo professionale efficace e costruisce a sua volta un ambiente di lavoro positivo. A maggior ragione in questa fase particolare, in cui abbiamo moltiplicato gli sforzi di caring verso i colleghi, perché potessero adattarsi al meglio a un contesto senza precedenti", ha commentato Silvia Cassano, Head of HR di ING Italia. "La loro soddisfazione e un engagement che riscontriamo essere sempre più alto, ci danno la spinta per continuare a sostenerli: vogliamo che siano sereni e che abbiano tutti gli strumenti per lavorare al meglio anche nel 2021, un anno ricco di sfide. Per questo, il benessere aziendale continuerà a essere al centro della nostra strategia e delle nostre azioni".

 

Per leggere il Comunicato Stampa, scarica il file pdf cliccando qui sotto.