Informazioni alluvione

Mutuo Arancio

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il giorno 13 agosto 2023 nel territorio del Comune di Bardonecchia della Città metropolitana di Torino;
  • della conseguente
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 23 settembre 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.258 del 4 novembre 2023, con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza;
    • l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 9 novembre 2023, n. 1.038 - con la quale è stata adottata la misura di sospensione dei mutui;

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto nei punti fisici oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 2 novembre 2023 nel territorio delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia e Prato;
  • della conseguente Delibera del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.265 del 13 novembre 2023 – con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi, lo stato di emergenza;
  • della Delibera del Consiglio dei Ministri del 5 dicembre 2023 con la quale si estendono gli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottata con delibera del 3 novembre 2023, al territorio delle province di Massa-Carrara e di Lucca in conseguenza delle ulteriori ed eccezionali avverse condizioni meteorologiche verificatesi a partire dal 29 ottobre 2023, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 295 del 19 dicembre 2023;

 

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto nei punti fisici oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nella terza decade di luglio 2022, nel territorio dei comuni di Gubbio, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo in provincia di Perugia;
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 22 novembre 2022, n. 946 – pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.278 del 28 novembre 2022;
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 4 novembre 2022 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.269 del 17 novembre 2022 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza;
    • Delibera del CdM del 3 novembre 2023, la quale proroga lo stato di emergenza per ulteriori dodici mesi, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.267 del 15/11/2023;

 

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto nei punti fisici oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 13 luglio al 6 agosto 2023 nel territorio della regione autonoma Friuli-Venezia Giulia;
  • della conseguente
    • Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 15 settembre 2023, n. 1023 pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 225 del 26 settembre 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati;
    • Ordinanza Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile circa ulteriori interventi urgenti di protezione civile, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 17/11/2023 (GU n.269 del 17-11-2023); 

 

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto nei punti fisici oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 13 luglio al 6 agosto 2023 nel territorio della regione Veneto;
  • della conseguente Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 26 settembre 2023, n. 1025 - Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 232 del 4 ottobre 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici sopra citati;

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Clienti al numero gratuito 800.71.72.73 (da telefono fisso) o allo +3902.9996789 (da cellulare o dall’estero).

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 13 luglio al 6 agosto 2023 nel territorio della regione autonoma Friuli-Venezia Giulia;
  • della conseguente Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 15 settembre 2023, n. 1023 - Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 225 del 26 settembre 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici sopra citati;

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Clienti al numero gratuito 800.71.72.73 (da telefono fisso) o allo +3902.9996789 (da cellulare o dall’estero).

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi metereologici  verificatisi il giorno 6 luglio 2023 nel territorio della provincia di Cuneo; 
  • della conseguente Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 5 settembre 2023, n. 1019 - Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 216 del 15 settembre 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici sopra citati;

 

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Cliential numero gratuito 800.71.72.73(da telefono fisso) o allo +39 02.9996789(da cellulare o dall’estero).

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 22 al 27 luglio 2023 nel territorio delle Province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna e Forlì Cesena;
  • della conseguente Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 15 settembre 2023, n. 1026 - Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 225 del 26 settembre 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici sopra citati;

           

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Cliential numero gratuito 800.71.72.73(da telefono fisso) o allo +39 02.9996789(da cellulare o dall’estero).

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 4 al 31 luglio 2023 nel territorio della regione Lombardia;
  • della conseguente Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 27 settembre 2023, n. 1026 - Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 234 del 6 ottobre 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici sopra citati;

           

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Cliential numero gratuito 800.71.72.73(da telefono fisso) o allo +39 02.9996789(da cellulare o dall’estero).

ING, a seguito

  • delle avverse condizioni meteorologiche che, dal 15 al 17 maggio 2023, hanno colpito il territorio dei comuni di Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Serio e di Londa della città metropolitana di Firenze
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 5 giugno 2023, n. 1000 - pubblicata sul sito del Dipartimento della Protezione Civile e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 136 del 13 giugno 2023.
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 25 maggio 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 128 del 03 giugno 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi sopra citati;

           

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Clienti al numero gratuito 800.71.72.73 (da telefono fisso) o allo +39 02.9996789 (da cellulare o dall’estero).

 

Modulo di richiesta di sospensione

Modulo di Richiesta di Sospensione del pagamento delle rate di mutuo per condizioni metereologiche avverse 

scarica il file pdf

ING, a seguito

  • delle avverse condizioni meteorologiche che, a partire dal 16 maggio 2023, hanno colpito il territorio dei comuni di Fano, di Gabicce Mare, di Monte Grimano Terme, di Montelabbate, di Pesaro, di Sassocorvaro Auditore e di Urbino della provincia di Pesaro e Urbino
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 12 giugno 2023, n. 1002 - pubblicata sul sito del Dipartimento della Protezione Civile e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.141 del 19 giugno 2023.
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 25 maggio 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 128 del 03 giugno 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi sopra citati;

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Clienti al numero gratuito 800.71.72.73 (da telefono fisso) o allo +39 02.9996789 (da cellulare o dall’estero).

 

Modulo di richiesta di sospensione

Modulo di Richiesta di Sospensione del pagamento delle rate di mutuo per condizioni metereologiche avverse 

scarica il file pdf

ING, a seguito

  • delle avverse condizioni meteorologiche che, a partire dal giorno 1° maggio 2023, hanno colpito il territorio delle province di Reggio-Emilia, di Modena, di Bologna, di Ferrara, di Ravenna e di Forlì-Cesena e delle ulteriori ed eccezionali avverse condizioni meteorologiche verificatesi a partire dal 16 maggio 2023 anche nella provincia di Rimini;
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) dell'8 maggio 2023, n. 992 - pubblicata sul sito del Dipartimento della Protezione Civile e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 110 del 12 maggio 2023.
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 4 maggio 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 118 del 22 maggio 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi sopra citati;
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 23 maggio 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 125 del 30 maggio 2023 – con la quale è stato esteso lo stato di emergenza, dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 4 maggio 2023, al territorio delle province di Reggio-Emilia, di Modena, di Bologna, di Ferrara, di Ravenna, di Forlì-Cesena e di Rimini in conseguenza delle ulteriori ed eccezionali avverse condizioni meteorologiche verificatesi a partire dal 16 maggio 2023

comunica che


i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Clienti al numero gratuito 800.71.72.73 (da telefono fisso) o allo +39 02.9996789 (da cellulare o dall’estero).

Modulo di richiesta sospensione

Modulo di Richiesta di Sospensione del pagamento delle rate di mutuo per condizioni metereologiche avverse

Avviso ai titolari di mutuo ipotecario residenti (o avente sede legale e/o operativa) Fano, Gabicce Mare, Monte Grimano Terme, Montelabbate, Pesaro, Sassocorvaro e Urbino della provincia di Pesaro e Urbino e nel territorio dei comuni di Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Serio e di Londa della città metropolitana di Firenze.

ING
, a seguito

  • delle avverse condizioni meteorologiche che, a partire dal giorno 1° maggio 2023, hanno colpito il territorio delle province di Reggio-Emilia, di Modena, di Bologna, di Ferrara, di Ravenna e di Forlì-Cesena e delle ulteriori ed eccezionali avverse condizioni meteorologiche verificatesi a partire dal 16 maggio 2023 anche nella provincia di Rimini;
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) dell'8 maggio 2023, n. 992 - pubblicata sul sito del Dipartimento della Protezione Civile e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 110 del 12 maggio 2023.
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 4 maggio 2023 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 118 del 22 maggio 2023 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi sopra citati;

comunica che


i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle Province sopracitate, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se il tuo immobile ha subìto dei danni e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, contatta il nostro Servizio Clienti al numero gratuito 800.71.72.73 (da telefono fisso) o allo +39 02.9996789 (da cellulare o dall’estero).

Modulo di richiesta sospensione

Modulo di Richiesta di Sospensione del pagamento delle rate di mutuo per condizioni metereologiche avverse

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 26 novembre 2022 nel territorio dei comuni di Casamicciola Terme, Forio, Lacco Ameno dell'isola di Ischia;
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 30 novembre 2022, n. 948;
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 27 novembre 2022 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.283 del 3 dicembre 2022 ;
    • In ultimo, Delibera del Consiglio dei Ministri del 5 ottobre 2023 - con la quale si proroga per ulteriori dodici mesi, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati;

comunica che


i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni sopracitati, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).


La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto in filiale oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nella terza decade di luglio 2022, nel territorio dei comuni di Gubbio, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo in provincia di Perugia;
  • dell'Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 22 novembre 2022, n. 946 - pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.278 del 28 novembre 2022.
  • della conseguente Delibera del Consiglio dei Ministri del 4 novembre 2022 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.269 del 17 novembre 2022 - con la quale è stato dichiarato, per dodici mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati;

comunica che

i soggetti
che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni sopracitati nella provincia di Perugia, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).

La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto in filiale oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nella terza decade di luglio 2022, nel territorio dei comuni di Braone, Ceto e Niardo, in provincia di Brescia;
  • della conseguente
    • Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) del 6 ottobre 2022, n. 929 – pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 242 del 15 ottobre 2022; 
    • Delibera del Consiglio dei Ministri del 8 settembre 2022 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.219 del 19 settembre 2022
    • della conseguente, Delibera CdM 28 agosto 2023, con la quale è stato prorogato lo stato di emergenza per ulteriori dodici mesi;

 

                                                                   comunica che


i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni sopracitati nella provincia di Brescia, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).

La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto in filiale oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 15 settembre 2022, nel territorio delle Province di Ancora e Pesaro-Urbino;
  • della conseguente Delibera del Consiglio dei Ministri del 17 settembre 2022 - pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.223 del 23 settembre 2022;
  • in ultimo, della Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 agosto 2023 – pubblicata in GU n. 
    219 del 7 settembre 2023, con la quale è stato prorogato per ulteriori dodici mesi dalla data 
    di deliberazione, lo stato di emergenza;
     

                                                                           comunica che

i soggetti
che abbiano residenza o sede legale/operativa nei comuni delle province di Ancona e Pesaro-Urbino, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).

La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto in filiale oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi dal 3 al 5 ottobre 2021 nella Provincia di Savona e di Genova;
  • della conseguente Delibera del Consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2021 con la quale è stato dichiarato per 12 mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati;
  • dell’ordinanza del Capo di Dipartimento della Protezione Civile n. 848 del 21 gennaio 2022 (pubblicazione in G.U. n.42 del 19 febbraio 2022);
  • della Delibera del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2022 con la quale è stato prorogato, per ulteriori 12 mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei Comuni di Savona, di Altare, di Bormida, di Cairo Montenotte, di Carcare, di Mallare, di Pallare, di Pontinvrea, di Quiliano, di Sassello e di Urbe, in Provincia di Savona, e nel territorio dei Comuni di Campo Ligure, di Rossiglione e di Tiglieto, della Citta' metropolitana di Genova, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).

La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.
     

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto in filiale oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 3 e 4 ottobre 2021 nella provincia di Alessandria;
  • della conseguente Delibera del Consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2021 con la quale è stato dichiarato per 12 mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati;
  • dell’ordinanza del Capo di Dipartimento della Protezione Civile n. 846 del 17 gennaio 2022 (pubblicazione in G.U. n.27 del 2 febbraio 2022); 
  • della Delibera del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2022 con la quale è stato prorogato, per ulteriori 12 mesi dalla data di deliberazione, lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici sopra citati

comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei Comuni di Acqui Terme, di Belforte Monferrato, di Bosco Marengo, di Capriata d'Orba, di Casaleggio Boiro, di Cartosio, di Cassinelle, di Cremolino, di Fresonara, di Lerma, di Melazzo, di Molare, di Morbello, di Mornese, di Ovada, di Ponzone, di Predosa, di Rocca Grimalda, di Sezzadio, di Silvano d'Orba, di Strevi e di Tagliolo Monferrato, in Provincia di Alessandria, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione  dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).

La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.

Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto nei punti fisici oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.9996789 da cellulare o dall’estero.

ING, a seguito

  • degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi dal 4 al 12 dicembre 2020 nel territorio delle Province di Udine, di Pordenone e dei Comuni di Trieste e di Muggia, in Provincia di Trieste;
  • della conseguente delibera del Consiglio dei Ministri del 4 giugno 2021 e pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 140 del 14 giugno 2021, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza, per una durata di dodici mesi dalla data di deliberazione, in conseguenza dei suddetti eccezionali eventi metereologici;
  • nonché dell’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile del 2 luglio 2021, n. 783 (pubblicata in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.163 del 9 luglio 2021);


comunica che

i soggetti che abbiano residenza o sede legale/operativa nei territori sopracitati, che siano titolari di mutui ipotecari relativi agli edifici distrutti o resi inagibili, anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno il diritto di ottenere, a richiesta, la sospensione delle rate del proprio mutuo fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza previa presentazione di apposita autocertificazione del danno subìto (resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 e successive modifiche e integrazioni).

La sospensione delle rate:

  • comporterà il congelamento del pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione che riprenderà al termine dello stesso secondo il piano di ammortamento originario;
  • sarà a titolo NON ONEROSO (ovvero per il periodo di sospensione NON matureranno e quindi non saranno addebitati gli interessi contrattualmente previsti);
  • potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento;
  • non comporterà alcuna segnalazione di insoluto alle banche dati in relazione alle rate sospese.


Se hai subìto dei danni al tuo immobile e vuoi richiedere la sospensione del mutuo o hai bisogno di qualche chiarimento, chiedi supporto nei punti fisici ING oppure contattaci al numero gratuito 800.71.72.73 da telefono fisso o allo 02.999.67.89 da cellulare o dall’estero.